Ridurre i consumi dell’energia elettrica è uno dei principali obiettivi dei consumatori ma anche delle case produttrici di lavastoviglie; ma questo non è l’unico parametro di cui tener conto quando dobbiamo scegliere quale lavastoviglie è meglio comprare.

Ecco, dunque, alcuni consigli per acquistare il modello di lavastoviglie più adatto alle vostre esigenze.
I criteri di scelta sono di 4:

  • il consumo energetico
  • spazio a disposizione e capacità di carico
  • funzionalità specifiche della lavastoviglie
  • il livello di rumorosità.

energy label

 

Consumo energetico della lavastoviglie

Come tutti gli elettrodomestici anche la lavastoviglie possiede un’etichetta che indica la classe di consumo energetico a cui appartiene. In generale, le categorie di efficienza energetica (classificazione dell’Unione Europea) esprimono i consumi annuali espressi in kWh e vanno dalla classe A+++ (elettrodomestici a più basso consumo) alla classe G (elettrodomestici ad alto consumo, è difficile trovarne ancora in commercio).
Quelle di classe A+, A++ e A+++ sono più costose, ma rappresentano un buon investimento a lungo termine: in un anno si può arrivare a ridurre la bolletta della luce del 40%, contando in media 4 o 5 cicli di lavaggio alla settimana. Il risparmio tra una lavastoviglie in classe A+++ e una in classe A è stato stimato essere attorno ai 21€/anno.


Detto questo, ricordiamo che le fasi della lavastoviglie da tenere sotto controllo sono 3:

  • lavaggio;
  • risciacquo;
  • asciugatura.

 

In diversi modelli di lavastoviglie si possono impostare più cicli di risciacquo, anche usando il brillantante e il sale, per ottenere un pulito brillante sulle stoviglie. Poi si può decidere di attivare il ciclo di asciugatura, oppure risparmiare energia lasciando asciugare le stoviglie nello scolastoviglie.

 

 

Spazio a disposizione e capacità di carico della lavastoviglie

Il numero dei coperti che viene indicato sull’etichetta indica l’insieme delle stoviglie usate da una sola persona durante un pasto.
Questo è un altro criterio di assoluta importanza e che condiziona fortemente la scelta del modello di lavastoviglie più adatto alle vostre esigenze. Una lavastoviglie da 12 coperti o più, è adatta a una famiglia che va da 4 a 6 persone, una lavastoviglie da 8 coperti è invece ideale per una coppia, mentre le lavastoviglie da 4 o 6 coperti sono perfette per i single.
Sono 2 le principali tipologie di lavastoviglie attualmente presenti sul mercato: i modelli che misurano 80x60x60 cm e quelli più stretti 80x45x60 cm. I primi, più capienti, possono ospitare mediamente 12 o 13 coperti ma possono arrivare fino a 15 coperti (le grandi marche, in questi casi, hanno ridotto gli spazi fra piatto e piatto oppure hanno ricavato spazio all'interno dello sportello). Nei modelli stretti di 45 cm invece il numero dei coperti è massimo 8-10, più che sufficienti per single e coppie senza figli.
È importante, inoltre, scegliere una lavastoviglie parsimoniosa nell’uso dell’acqua dal momento che gran parte dell’elettricità usata serve proprio per riscaldare l’acqua necessaria assieme al sapone a lavare in profondità le stoviglie. Quindi, è bene valutare quella che è la quantità media di acqua utilizzata in un lavaggio a condizioni normali, se non volete veder crescere la bolletta dell’Acqua in maniera consistente.

 

Dotazioni e funzionalità specifiche della lavastoviglie

Uno dei primi elementi da valutare è la quantità dei programmi di lavaggio della lavastoviglie tra cui scegliere. In genere questi vanno dai 45° ai 60°: per un lavaggio economico (stoviglie poco sporche) basteranno dai 45° ai 55°, per un ciclo normale ci vorranno dai 55° a 65° e per un lavaggio in profondità serviranno dai 65° ai 75°.
Le lavastoviglie offrono diversi programmi per il lavaggio, ma alla fine il più usato è il “principale” chiamato spesso “quotidiano”, che lava a una temperatura fra i 60° e i 70° C. Se volete ridurre i consumi (e quindi i costi sulla bolletta), è presente solitamente il programma Eco (che lava a circa 50° C); le prestazioni sono paragonabili, ma la durata del ciclo aumenta.
Alcuni modelli di lavastoviglie di ultima generazione dispongono di una speciale fotocellula che determina da sola il grado di sporco e quindi il programma migliore da usare.
Assolutamente indispensabile è l’orologio interno alla lavastoviglie che permette di programmare i lavaggi per avviare la lavastoviglie nelle ore in cui la tariffazione elettrica è minore, quindi di notte (partenza differita).
Anche il pulsante “carico ridotto” in tal senso permette di risparmiare energia.
Infine, il display digitale con spie luminose (interne o, ancora meglio, esterne), su alcuni modelli indica quotidianamente, oltre al tempo residuo del ciclo di lavaggio, il livello di sale e di liquido di risciacquo, che oltre a tenere sotto controllo il funzionamento della lavastoviglie, sono la garanzia di avere stoviglie pulite e senza aloni (come quelli che spesso troviamo sui bicchieri e oggetti in vetro).
In ogni caso un cestello con tanti ripiani e scompartimenti regolabili permette di ottimizzare lo spazio e far entrare le stoviglie nel miglior modo possibile.
Infine, deve essere presente un sistema di blocco di sicurezza dell’acqua: infatti, in caso di malfunzionamento, evita i pericoli di allagamento della cucina.

 

Livello di rumorosità della lavastoviglie

Un ultimo criterio, non ultimo come importanza, da tenere presente nella scelta della lavastoviglie giusta è il livello di rumorosità, anch’esso preso in considerazione nella famosa etichetta energetica, dove è espresso in decibel (db). La maggior parte delle lavastoviglie emettono tra i 45 e i 60 db.
Attenzione anche alla qualità della lavastoviglie, se è scarsa può diventare più rumorosa col passare del tempo. Nello scegliere la lavastoviglie guardiamo anche all’efficacia dell’asciugatura, anch’essa riportata sull’etichetta energetica con le lettere dalla A alla G. Una buona lavastoviglie, come anticipato, non dovrebbe lasciare tracce di acqua sui piatti.

Consigli finali
Ci sono poi alcune regole da tenere bene in mente per usare al meglio la lavastoviglie, riducendone i consumi e ottimizzandone le prestazioni.
Ecco alcuni consigli finali da seguire:

  • controllare e pulire con regolarità filtri e scarichi della lavastoviglie;
  • rispettare le dosi del detersivo consigliate dal costruttore;
  • usare la lavastoviglie solo a pieno carico;
  • evitare il più possibile la fase di prelavaggio.

ClickforShop dispone di una vastissimo catalogo di lavastoviglie delle migliori marche (modelli con larghezza 45cm e 60cm) e di lavastoviglie da incasso (a scomparsa totale e semi incasso) con tantissimi modelli in offerta a prezzi speciali.

 

Principali Marche di Lavastoviglie

 

whirlpool

indesit

hotpoint/ariston

candy bosch rex electrolux